• Subcribe to Our RSS Feed

CATECHESI

Il discorso sulla Catechesi è molto ampio.

Il mandato catechistico, quest’anno consegnato in data Domenica 22 settembre 2013, ci ricorda con particolare attenzione che è la comunità intera, attraverso l’autenticità personale di ognuno, a dover “essere” veramente catechista e non a “fare” il catechismo.
Tutti i bambini dalla prima elementare alla terza media sono destinatari di incontri di catechismo che si svolgono settimanalmente, soprattutto nel pomeriggio del sabato ma anche durante la settimana. I frazionamenti dei gruppi sono dovuti anche agli impegni dei bambini, si cerca infatti di offrire alternative a chi, nella giornata e nell’orario di catechismo, avesse impegni, solitamente sportivi, che gli impedirebbero di partecipare.
I catechisti sono da qualche anno i genitori, insieme a famiglie e giovani che si affiancano loro per portare un po’ di carica nei gruppi e nel frattempo fare un po’ di esperienza e tirocinio: in tutto, il numero dei catechisti delle parrocchie si aggira intorno ai 60.
Tutti gli incontri di catechismo si svolgono nei locali parrocchiali di Montecavolo: questa  situazione si è resa necessaria visto l’esiguo numero di bambini e adolescenti, ed è comunque stata  richiesta dagli stessi animatori di Salvarano, nell’anno 2000. 

Dal 2007 si è cercato di riorganizzare la catechesi, definendo uno schema per il futuro che prevede come catechisti per i gruppi delle elementari genitori e ragazzi più giovani, supportati da un gruppo di coordinamento che periodicamente li incontreranno per aiutarli nel lavoro (sia dal punto di vista organizzativo che formativo e spirituale).
Il gruppo è formato da:
Bertolini Vittorio, Federica Colli, Rosanna Cristella, Elisa Messori, Mattia Delmonte, Sofia Albertini, Cristina Serrao.

Dall’ultimo anno delle elementari dovrebbe poi intervenire un catechista giovane-adulto che curerà il gruppo per gli anni futuri, anche nel dopo-cresima, nella pastorale giovanile. Nei gruppi delle medie la figura del genitore-catechista si dovrebbe quindi trasformare in un supporto “dietro le quinte”, per le uscite, le iniziative esterne, ecc. Questa scelta nasce dal bisogno dei ragazzi di avere figure di riferimento trainanti anche al di fuori della famiglia, in un’età in cui diventa più facilmente conflittuale il rapporto genitori-figli.
Ai fini pratici è stato necessario riorganizzare la distribuzione delle risorse attualmente in campo. Anche i gruppi delle classi medie sono seguiti dal gruppo di coordinamento.
Attualmente i gruppi sono questi:

wsi28a

La Catechesi dal dopocresima in poi prende la forma di un incontro settimanale, solitamente serale, guidato da educatori adulti, affiancati per l’ultima classe della scuola media e i primi anni della scuola superiore da animatori giovani.
Nell’incontro settimanale non viene più proposta una vera e propria catechesi, bensì si cerca di spaziare su argomenti, tematiche e soprattutto sulle modalità. Non a caso gli incontri non sono più tenuti da Catechisti ma da veri e propri Educatori.
Anche nelle nostre parrocchie si sente il problema dell’abbandono post cresima, che in alcuni casi ha costretto ad unire gruppi diversi per l’esiguità dei ragazzi partecipanti.
Attualmente i gruppi sono questi:

wsi28b

Oltre a questo richiamo settimanale, la pastorale si nutre di momenti di raccoglimento e riflessione annuali, solitamente legati ai momenti forti dell’anno liturgico: i ritiri d’Avvento e di Quaresima, la Festagiovane e le Stazioni Quaresimali, partecipate insieme ai giovani e agli adolescenti di tutto il Vicariato, gli Esercizi spirituali parrocchiali e, da diversi anni, la settimana comunitaria (per i più grandi) presso varie strutture nei dintorni di Montecavolo. Inoltre adolescenti e giovani sono spesso chiamati a partecipare alle iniziative formative vicariali, diocesane, nazionali e mondiali; ritiri e corsi di formazione per catechisti e per animatori, progetti di servizio, giornate della gioventù ed eventi.

Be Sociable, Share!